"Il Bacio Rubato" di Lara Adrian, una novella, niente più

Lara Adrian è una delle mie autrici vampire romance preferite. Con La Stirpe di Mezzanotte mi ha fatta sognare, più di una volta. Mi sono gustata ogni storia, ogni amore, ogni battaglia...

LA STIRPE DI MEZZANOTTE LIBRO PER LIBRO
Tutto è cominciato con le gesta di Lucan, temibile vampiro Gen Uno, un guerriero implacabile nella lotta contro i Ribelli (vampiri caduti nella Brama di Sangue e quindi incontrollabili e pericolosi) in grado di sciogliersi per una sola donna, Gabrielle (Il Bacio di Mezzanotte). Poi ecco Dante, grande, grosso, e così ignaro riguardo ai sentimenti e a ciò che il vincolo di sangue può regalare a un guerriero della Stirpe. Fino a che non incontra la dolce Tess (Il Bacio Cremisi). Poi è stata la volta di un altro Gen Uno: Tegan. E qui devo ammettere che mi sono veramente sciolta. La sua storia con la minuta Compagna della Stirpe Elise è davvero qualcosa di travolgente (Il Bacio Perduto)...
La storia invece che mi ha commossa di più è stata quella di Rio, guerriero tradito da Eva, la sua prima Compagna della Stirpe che ritrova l'amore e la voglia di vivere e combattere grazie a Dylan, promettente giornalista newyorkese con la predisposizione a vedere i morti (Il Bacio del Risveglio). Poi è arrivata la storia di Renata e Nikolai, entrambi guerrieri, entrambi forti e determinati. Entrambi estranei all'amore, finché i loro destini si incontrano scatenando una passione dirompente (Il Bacio Svelato). Nel libro successivo Lara Adrian affronta la storia di Claire e Andreas Reichen, tra vendetta insaziabile, avventura, ancora battaglie e vecchi ricordi da dimenticare per poter creare un nuovo futuro. Un futuro che non può non vederli ovviamente insieme (Il Bacio Eterno). L'avventura successiva comincia in Alaska dove Alexandra incontra Kade, guerriero inviato da Boston per fare luce su alcune azioni criminali che fanno pensare ad un mostro, il peggior nemico dell'Ordine. Nuove battaglie, nuova passione, nuovo amore destinato a promettere eternità (Il Bacio Oscuro). Poi l'ex poliziotto Jenna viene aggredita nelle terre alaskiane, morsa da un essere enorme e disgustoso, salvata e portata a Boston. Qui incontra Brok. La storia è già scritta (Il Bacio di Fuoco). Ad agosto 2012 è arrivato in Italia il nono volume che ha raccontato la bella storia che come protagonisti ha avuto Corinne, salvata dai Guerrieri dell'Ordine dopo anni di prigionia e torture inflitte dal perfido Dragos, e Hunter, ex luogotenente di Dragos, ora suo acerrimo nemico. Questa volta di contorno alla storia d'amore tra il guerriero e la Compagna della Stirpe c'è la ricerca del figlio avuto da lei e la guerra contro Dragos (Il Bacio Immortale).

... questo a grandi linee ciò che ci ha offerto fino ad ora la Adrian. In attesa del decimo capitolo de La Stirpe di Mezzanotte, il 15 novembre 2012 è stata pubblicata in Italia la novella "Il Bacio Rubato". La trama la potete trovare QUI (ne avevo già parlato nei giorni della pubblicazione) e questo weekend l'ho letto.
E' davvero un racconto breve (per cui forse si poteva ridurre in effetti il prezzo perché è una lettura veloce), inoltre, ad esser sincera, non mi ha lasciato molto. La base della storia è quella che ormai è diventata un marchio di fabbrica per Lara Adrian, cioè un guerriero e una Compagna della Stirpe che intrecciano i loro destini con contorno di antagonista malvagio che in un modo o nell'altro rischia di mettere a repentaglio la felicità dei due piccioncini.
L'idea de "Il Bacio Rubato" era buona: la Compagna della Stirpe è Danika (già incontrata all'inizio della serie) vedova del guerriero Conlan, mentre il guerriero della Stirpe protagonista è Malcolm, ex migliore amico della coppia distrutta dalla morte proprio di Con.
I due si rincontrano in Scozia per caso, lui è molto cambiato perché nel frattempo ha sofferto e cerca vendetta, lei è lì in visita alla famiglia del suo ex compagno. Hanno ora un nemico comune, il boss Reiven, un bastardo che commercia in umani con un club del sangue.
Qui parte l'avventura, che poteva tranquillamente essere un altro bel libro della serie, che invece "ridotto" a breve novella perde molto del fascino che segue l'autrice fin dal primo romanzo.
Tutto succede troppo in fretta: si incontrano, lei si mette nei guai, lui salva il culetto sia di Danika che del figlioletto di appena un anno che lei ha avuto con Conlan (e forse anche questo disturba un po'... così poco tempo di vedovanza dopo secoli passati accanto al compagno perduto...), si innamorano (di nuovo), fanno sesso bollente, lui intanto continua la ricerca della sua vendetta verso Raiven che gli ha portato via in un botto la compagna che aveva trovato e il figlio che lei portava ancora in grembo, Danika si RImette nei guai, lui le RIsalva il culetto grazie all'aiuto inaspettato di una della guardie di Reiven (che si scopre essere un membro dell'Agenzia Operativa attiva su quel territorio), e vissero per sempre felici e contenti con annesso scambio di sangue eterno.
Tutto questo in circa un centinaio di pagine appena...
Alla fine sono rimasta un poco a bocca asciutta. Dove sono finiti tutti quei particolari che fanno della Adrian uno dei miei best? Dove si è nascosta la vera battaglia con guerrieri pronti a tutto, sangue e improvvisi salvataggi con tanto di incredibili conflitti a fuoco, inseguimenti, lotte e scazzottate a mani nude? Dove l'amore infuocato che nasce come una fiammella e piano piano diventa un incendio? In questo caso uno, due, tre, tutto fatto.
Resto in attesa quindi del decimo capitolo de La Stirpe di Mezzanotte, certa che ritroverò parte della lettura che amo e che qui, purtroppo, è andata un poco perduta...

Romanzi già pubblicati della serie "La Stirpe di Mezzanotte":
Il Bacio di Mezzanotte
Il Bacio Cremisi
Il Bacio Perduto
Il Bacio del Risveglio
Il Bacio Svelato
Il Bacio Eterno
Il Bacio Oscuro
Il Bacio di Fuoco
Il Bacio Immortale

Commenti

Sono stati qui in