Divertentissimo "Medico per forza" di Moliére per la Festa della Luna 2013. Confermata la data di Agliè il 26 ottobre

Gli ingredienti ci sono tutti: attori affermati e dalla grande esperienza, giovani emergenti ricchi di talento, musici e musicanti, saltimbanchi, il coinvolgimenti attivo del pubblico, e location storiche e molto scenografiche. Il progetto della Festa della Luna 2013, giunto alla sua quinta edizione, sta regalando anche quest’anno serate indimenticabili. In scena il "Medico per forza" di Moliére, reso più frizzante e moderno grazie all'innegabile bravura degli attori e alla grande e attenta regia di Antonio VALLEGGI...


L'azione si svolge nel 1666 in campagna. Martina, stanca di subire le angherie del marito, Sganarello, decide di vendicarsi facendo credere ai due servitori del signor Geronimo, venuti in cerca di un medico per curare la strana malattia di Lucida, figlia del loro padrone, che proprio Sganarello sia un medico validissimo ma così estroso da accettare di esercitare l'arte medicale solo se costretto a “forza di botte”. Così ne scaturisce una farsa molto divertente, un piccolo gioiello del teatro di tutti i tempi, ricco di intrighi, equivoci, battute esilaranti, e citazioni latine alquanto improbabili.

Fabrizio RIZZOLO è Sganarello, Daniela DE PELLEGRIN è sua moglie Martina, Giusto LO PIPARO è il servitore Luca, Franco ABBA è il servitore Valerio, Renato LIPRANDI è il vecchio Geronte, Fulvia ROGGERO è la balia Giacomina moglie di Luca, Barbara NOVARA è la figlia di Geronte Lucinda, Cristiano OMEDE' è il vicino di casa Sig. Roberto e poi l'innamorato di Lucinda Leandro.
Costruzioni scenografiche Franco Castellina, costumi La Soffitta di Bra.
Musicisti: Cecilia Concas (violino), Liliana Mitulesco (viola), Chiara Manueddu (violoncello).
Fotografo: Paolo Pavan  
L’appuntamento per il pubblico per questa imperdibile rappresentazione è in un immaginario foyer all’aperto dove, in attesa della rappresentazione, giocolieri, musici e saltimbanchi intrattengono i convenuti. All'ora stabilita gli attori in costume, i giocolieri, i musici ed i musicisti, insieme al pubblico, e tutti con in mano delle fiaccole che sono state precedentemente distribuite, formano un corteo per visitare le bellezze storico naturalistiche del luogo fino così ad arrivare nello spazio allestito per lo spettacolo ed assistere alla commedia.
Lo spettacolo inizia con una ouverture suonata dai musicisti (che accompagnano poi tutta la serata). Al termine ha inizio la pièce in costume realizzata utilizzando gli spazi naturali come scenario della storia, con al massimo qualche elemento d'arredo indispensabile e un piccolo rinforzo illuminotecnico.
La prima si è svolta il 7 settembre alla Basilica di Superga (TO) riscuotendo un notevole successo (oltre cento persone tra risate, applausi, commenti divertiti e... divertenti), successo che si è ripetuto nelle due date successive, il 14 a Maglione (TO), e il 21 a Torino all'ex Manifattura Tabacchi.

Già confermata la data del 26 ottobre 2013 ad Agliè (TO), altre si aggiungeranno.
DA VEDERE!

Commenti

Sono stati qui in