Piccoli assaggi di Craving: umani e immortali

Ciao peeps!
Altri piccoli assaggi di "Craving", dove il rapporto tra umani e immortali non è mai facile...

"Non tutti gli umani sono degni di entrare a fare parte della nostra specie. Molti non sopravvivrebbero, altri impazzirebbero. Inoltre, così facendo, perderemmo la nostra primaria fonte di sopravvivenza. Le cose devono restare come sono, dobbiamo solo essere cauti e rispettosi delle regole. I vampiri sono leggenda, e tali devono rimanere per il nostro quieto vivere."
(Gregorio)

"Gli umani nascono, vivono, muoiono. Hanno tutti un destino più o meno segnato, dal momento in cui emettono il primo vagito al momento in cui esalano l’ultimo respiro. Quello che succede nel mezzo è dettato dalle scelte personali e dalle opportunità date dal fato.
I vampiri hanno un destino già segnato? Non credo. L’unica certezza per noi è quella di vivere in eterno. A meno che non si decida di cercare la fine, situazione improbabile vista la nostra natura egoista, egocentrica e autoconservatrice. In quel caso, comunque, due sono le possibilità. Si può infrangere la legge e incorrere nella giustizia punitiva dell’esercito degli Zarevic o della Guardia del Collegio dei Vlasic, oppure si porta un altro vampiro ad avere una buona ragione per battersi, decidendo di lasciare all’avversario l’ultima micidiale mossa.
Anche un umano potrebbe arrivare a uccidere un vampiro, ma dovrebbe prenderlo alla sprovvista e in un momento di debolezza fisica.
Qualcuno ci è riuscito, ma chi è tornato polvere non era antico e potente."
(Victoria)

Su AMAZON trovate trama e qualche recensione di chi Craving l'ha già letto.

< Keep calm and LOVE vampires >

Un abbraccio a presto, Jo

#romanzo #urbanfantasy‬ ‪#‎StayVAMPIRE‬

Commenti

Sono stati qui in